Aspetti psicologici del make-up.

Durante questi lunghi mesi della pandemia, abbiamo riscoperto l’importanza di molti gesti della quotidianità. Una delle prime cose balzate all’attenzione è stata la dimensione della “cura personale” intesa come tutta quella serie di azioni volte al benessere psicofisico della persona.

Abbiamo riscoperto infatti l’importanza di alimentarci correttamente, di praticare sana attività fisica (per quanto possibile, nell’ambiente domestico) e abbiamo riflettuto sull’importanza che una semplice azione – come mettere un rossetto- riveste per il nostro benessere.

Quanto è importante il make-up per il benessere psicofisico della persona?

Dagli studi antropologici abbiamo saputo che il make-up è in realtà sempre stato presente nella vita dell’essere umano. A tal proposito, ad esempio, i nativi americani usavano abbellire il proprio corpo con costumi o colori specifici al fine di indicare una precisa appartenenza ad una data tribù; così come le bellissime donne indiane o tutti coloro provenienti da una determinata cultura o tribù, hanno usato il make-up per indicare una data appartenenza o status socio-culturale.

Parallelamente all’evoluzione dell’essere umano, quindi, il make-up ha assunto diverse forme e sfaccettature, diventando modo di espressione del proprio mondo interno.

Freud stesso, nel 1928 sosteneva che “l’Io è innanzitutto entità corporea” pertanto, prendersi cura di sè indossando un determinato rossetto, giocando con i colori e la fantasia degli ombretti, porta ad una maggiore affermazione conoscenza di sè.

Ricordiamo che ad esempio, il rossetto rosso, nel corso della sua storia è stato un fondamentale strumento di emancipazione e libertà (femminile e di tutto il popolo). Durante la seconda guerra mondiale, infatti, le donne cominciarono ad indossare il rossetto rosso poichè odiato da Hitler; questo cosmetico divenne quindi un segno distintivo di antifascismo.

I risvolti (possibili) dal punto di vista psicopatologico, si evidenziano nel momento in cui il make-up da mezzo per stare bene, diventa mezzo per mascherarsi e creare una immagine di sè, che non corrisponde alla realtà, portando l’individuo a non riconoscere più la propria immagine.

Dott.ssa Giusy Di Maio.

7 comments

  1. Una mujer luce más atractiva cuando se arregla. El maquillaje depende de cada personalidad. Lo que si es cierto es que unos labios rojos, por lo menos para mí, es unos labios bien delineados, están inscriptos, guardados los misterios de un beso apasionado.Es una impresión que una se hace que después se convierte en deseo. La mirada se queda oprimida pensando si uno puede cruzar la puerta o si quedarse a esperar una respuesta. Por eso un poema se escribe tan solo pensando en unos labios así. Feliz tarde Doctora.
    Manuel Angel

    Liked by 2 people

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s